Cos'è il monitoraggio continuo del glucosio (MCG)?

Il monitoraggio continuo del glucosio fornisce un quadro più completo dei livelli di glucosio del paziente rispetto a quanto si possa ottenere da un glucometro. Un accesso più frequente alle informazioni sul glucosio consente una gestione più efficace del diabete, per te e i tuoi pazienti.1,2 

Image
dexcom g6 devices

Dispositivi smart venduti separatamente†

Guarda il video qui di seguito e scopri come il Sistema MCG Dexcom G6 permette ai pazienti di seguire il proprio glucosio con un colpo d'occhio. 

Image
Thumbnail-1280×520

La differenza sta nei dati

La differenza del monitoraggio continuo del glucosio Dexcom

Alcuni diabetici potrebbero avere difficoltà nel capire il ruolo dell'alimentazione e dell'attività fisica nelle loro cure, oppure come titolare in maniera efficace l'insulina.
 
Ma con i valori continui relativi al glucosio inviati da Dexcom G6, gli utenti possono avere una visione completa dei propri livelli di glucosio in tempo reale, oltre ai valori storici e attuali e al tasso di variazione del glucosio, senza che l'utente debba intervenire in alcun modo, ma fornendo informazioni fruibili ben superiori rispetto a una singola lettura del glucometro.

Informazioni continue, giorno e notte  

Dexcom G6 contribuisce a minimizzare tutte le ipotesi necessarie per elaborare un trattamento per il diabete sulla sola base della lettura del glucometro e non richiede penne pungidito* né scansioni per accedere ai dati sul glucosio, permettendo di rendere i pazienti autonomi nella gestione del proprio diabete. 

Slot 4 immagine

Componenti principali del sistema MCG

Il sistema MCG Dexcom G6 presenta quattro componenti principali:

Applicatore automatico

Applicatore automatico

Garantisce un inserimento facile del sensore, premendo semplicemente un pulsante. Il paziente può applicare il sensore in autonomia seguendo le istruzioni per l'uso. 

Sensore

Sensore

Monitora i livelli di glucosio interstiziale attraverso un piccolo filo inserito appena sotto la pelle, inviando un segnale al trasmettitore (durata 10 giorni). 

Transmittente

Transmittente

Fissato sopra al sensore; invia i dati in modalità wireless al dispositivo di visualizzazione compatibile del paziente (durata 3 mesi). 

Dispositivo di visualizzazione

Dispositivo di visualizzazione

Consente ai pazienti di visualizzare in tempo reale i dati e le tendenze relativi al glucosio. Dexcom G6 inoltre consente ai pazienti di ricevere sul proprio dispositivo di visualizzazione una serie di avvisi, tra cui un allarme predittivo "Urgente calo in arrivo", un allarme "Urgente calo" e altre notifiche, che li informano in caso di livelli di glucosio alti o bassi. 

I vantaggi del monitoraggio continuo del glucosio per i pazienti che usano l'insulina  

Esiti comprovati dimostrano i progressi dei tuoi pazienti rispetto alla gestione convenzionale del glucosio nel sangue. 

Ipoglicemia ridotta

Ipoglicemia ridotta

L'allarme predittivo Urgente calo in arrivo offerto da Dexcom G6 è associato a una iperglicemia ridotta, senza un corrispondente rischio di iperglicemia.‡,1 

Riduzione dell'HbA1c

Riduzione dell'HbA1c

L'uso del MCG Dexcom riduce l'HbA1c indipendentemente dal fatto il paziente sia trattato con molteplici iniezioni giornaliere di insulina (MDI) o pompa di insulina.

Aumento del Time in Range (TIR)

Aumento del Time in Range (TIR)

I pazienti che usano il MCG Dexcom solitamente trascorrono più tempo nell'intervallo glicemico ottimale rispetto a quelli che usano il glucometro.3,4 

Miglioramento della qualità della vita

Miglioramento della qualità della vita

L'uso di Dexcom G6 migliora la qualità della vita e il benessere.5,6 

L'uso dell'MCG a lungo termine è associato a benefici ed esiti a lungo termine

Uno studio clinico del mondo reale della durata di tre anni, il più lungo studio MCG sugli esiti ad oggi, sottolinea ancora una volta l'impatto clinico dell'uso di sistemi MCG in tempo reale come Dexcom G6. I partecipanti allo studio con diabete di tipo 1 (T1D) che utilizzavano un sistema MCG in tempo reale hanno mostrato un riduzione significativa dei livelli di HbA1c, un aumento del TIR (70-180 mg/dL), e un calo dell'intervallo di tempo al di sotto dell'intervallo glicemico ideale (<55 mg/dL), indipendentemente dal metodo di somministrazione dell'insulina.2

Il monitoraggio continuo del glucosio in tempo reale migliora la gestione del diabete per i tuoi pazienti in maniera accessibile e sostenibile. Nel momento in cui si siedono per mangiare, fanno una presentazione o si preparano a dormire, possono sentirsi più sicuri delle loro decisioni quotidiane di cura del diabete, con ripercussioni sul resto della loro vita.

2.1 slot 7

Massimizza le visite di persona e da remoto

Dexcom Clarity

Un software di segnalazione e condivisione dati ottimizzato, come Dexcom CLARITY, permette agli operatori sanitari di accedere ed esaminare report MCG che mostrano modelli, tendenze e dati specifici per ciascun paziente. 

Scopri maggiori informazioni su Dexcom CLARITY e su come puoi integrare i dati MCG dei tuoi pazienti nella tua attività, siano esse consulenze di persona o da remoto.  


*Se gli avvisi e i valori relativi al glucosio forniti da Dexcom G6 non corrispondono ai sintomi o alle aspettative, utilizza un glucometro per prendere decisioni relative alle cure.

†Per conoscere l'elenco dei dispositivi smart compatibili, visita la pagina dexcom.com/compatibility. 

‡Questo avviso predittivo può essere attivato da un'ipoglicemia imminente (un livello di glucosio pari o inferiore a  55 mg/DL  è previsto entro i prossimi 20 minuti). 

§ Registrati per Dexcom CLARITY su allclarity.dexcom.com/professional/registration. 

|| I pazienti che desiderano inviare i propri dati sul glucosio a Dexcom CLARITY attraverso un dispositivo smart compatibile devono disporre di connessione Internet: dexcom.com/compatibility 

¶ Gli operatori sanitari potranno visualizzare i dati sul glucosio di un paziente solo quest'ultimo sceglie di condividerli attraverso Dexcom CLARITY. 

1 Puhr S, et al. Diabetes Technol Ther 2019;21(4):155-8.  

2 Šoupal J, et al. Diabetes Care 2019;43(1):37-43. 

3 Beck, RW, et al. JAMA. 2017;317(4):371-378. 

4 Welsh JB, et al. Diabetes Technol Ther. 2019;21(3):128-132. 

5 Polonsky WH, et al. Diabetes Care 2017 ;40(6): 736-741. 

6 Olafsdottir AF, et al. Diabetes Technol Ther. 2018;20(4):274-284